Skip to content

Progetto Amici del Sabato

A seguito delle esperienze organizzate dall'Associazione Autismo Faenza sia durante il periodo dell'alluvione sia durante il periodo estivo, entrambe conclusesi con successo, è nato il Progetto Amici del Sabato.

Obiettivo principale è integrare i servizi offerti dai Servizi Sociali Assistenziali in collaborazione con il privato sociale. L'ipotesi progettuale prevede di svolgere il progetto “Amici del Sabato” in modo calendarizzato due sabati al mese a partire dall'autunno 2023. La sede in cui verranno accolti i bambini e i ragazzi sarà Palazzo Borghesi presso l'appartamento 1 al piano terra condiviso a livello progettuale con il Centro Educativo Anacleto.

Due saranno i macro-obiettivi, il primo rivolto ai bambini/ragazzi, teso a garantire uno spazio e un tempo dedicato alla socializzazione, alla generalizzazione delle competenze, alla sperimentazione di alcune autonomie di vita e sociali; il secondo rivolto alle famiglie, cercando di garantire loro uno spazio di sollievo come caregiver primari dall'accudimento costante e quotidiano dei propri figli.

Si è ritenuto importante poter declinare i macro-obiettivi indicati all'interno di una progettazione che tenga conto dell'età e delle caratteristiche di funzionamento dei bambini/ragazzi, per questo è stata ipotizzata ( da concretizzarsi in base alle adesioni effettive) una suddivisione dei bambini/ ragazzi in tre gruppi:

  1. Gruppo Giovani Adulti
  2. Gruppo Adolescenti
  3. Gruppo Piccoli

La suddivisione in gruppo permette e garantisce, inoltre, una maggior continuità anche all'interno del gruppo di bambini/ragazzi presenti dando loro la possibilità di un tempo maggiore per sperimentare e consolidare l'interazione e la relazione con i pari.

Nella progettazione di ogni gruppo saranno presenti attività da svolgersi presso la sede di Palazzo Borghesi e alcune attività da svolgersi in esterno cercando di sfruttare il più possibile la vicinanza al centro città e a luoghi di interesse per apprendimenti funzionali e naturalistici legati alle autonomie di vita e sociali, come: bar/pasticceria, gelaterie, ristoranti, supermercato, mercato cittadino, negozi, parchi, piscina comunale con eventuale possibilità di spostarsi anche con il Greengo Bus di Erbacci.

L'organizzazione delle attività verrà definita sulla base delle presenze; le attività verranno condivise con i genitori e i ragazzi (gruppo adolescenti e adulti); si ritiene molto importante poter coinvolgere direttamente i ragazzi nella scelta diretta, in base alle preferenze, delle attività da svolgere; per i più piccolini si avrà cura di svolgere una valutazione delle preferenze che permetta di focalizzare le proposte sulla loro motivazione.

Le attività e i gruppi rimarranno stabili per 4 mesi e a seguito di una verifica dell'andamento del progetto e delle attività svolte, si modificheranno le proposte ed eventualmente i gruppi stessi.
L'organizzazione, a seguito di un confronto con le famiglie dell'Associazione, si ipotizza come di seguito:
per il secondo sabato del mese al mattino o al pomeriggio/sera il gruppo dei grandi; sempre per il secondo sabato del mese al pomeriggio il gruppo degli adolescenti; mentre per il quarto sabato del mese è previsto per il sabato pomeriggio il gruppo dei piccoli.

1 settimana
SABATO

2 settimana
SABATO

3 settimana
SABATO

4 settimana
SABATO

Ore 9-11
Gruppo Grandi*

Ore 14-16
Gruppo Adolescenti

Ore 16.30-18.30
Gruppo Piccoli

Sera
Gruppo Grandi*

*un sabato del mese al mattino, un sabato del mese alla sera

Il coordinatore/i del progetto e degli operatori avrà cura di raccogliere dalle famiglie le informazioni necessarie e fondamentali per conoscere e iniziare ad interagire con il bambino/ragazzo.
Il numero degli operatori che lavorerà su ciascun gruppo sarà individuato sulla base dei bisogni e delle caratteristiche di funzionamento dei bambini/ ragazzi.

Gli operatori coinvolti saranno insegnanti ed educatori, presente come Consulente e Supervisore la Dott.ssa Visani Emi (Pedagogista, Analista del Comportamento) del Centro Educativo Anacleto.

Da ultimo ma non per importanza, si ritiene possa essere un valore aggiunto di grande interesse educativo e sociale dare la possibilità ad alcuni giovani di pari età (maggiorenni) a sviluppo tipico partecipare alle attività del gruppo dei Giovani Adulti. Per questo si è pensato di prendere contatti con i referenti del Liceo Torricelli-Ballardini indirizzo Scienze Umane ( quinto anno) e i gruppi Scout presenti su territorio, al fine di condividere una progettualità educativa che possa rientrare all'interno del percorso scolastico da un lato e del percorso Scout dall'altro. Il loro coinvolgimento permetterebbe ai ragazzi (a tutti i ragazzi) di apprendere direttamente dai pari (Peer-Education attraverso strategie di peer-tutoring, cooperative­leaming, modeling) e di sperimentare e consolidare relazioni sociali e amicizie. Per i Giovani Adulti a sviluppo tipico questa possibilità potrebbe essere unica per consolidare e sviluppare competenze di un “Saper Essere” inclusivo, empatico, capace di dialogare e interagire con le diverse abilità e unicità di ciascuno.

Organigramma

  • Coordinazione generale: Cesare Missiroli e Antonia Bedronici
  • Coordinazione Operatori: Sofia Leoni (Pedagogista)
  • Supervisore Professionale: Emi Visani (Pedagogista, Analista del Comportamento BCBA® Centro Educativo Anacleto)
  • Contabile: Maria Stella Mastrorocco, Daniela Vassura e supervisione Studio Cericola
  • Volontari: Insegnanti di sostegno ed Educatori.
  • Utenti: bambini e ragazzi con autismo dai 4 ai 30 anni.